venerdì 13 dicembre 2013

Calvin and Hobbes: verbizzare le parole


Qualche settimana fa un amico mi ha chiesto la traduzione della striscia di Calvin and Hobbes lì in alto a destra. Io ho tergiversato, cercato di spiegare «eh la lingua inglese...» e alla fine ho improvvisato malamente.
Oggi sono quindi soddisfatta di presentare la traduzione di Nicoletta Pardi, da The complete Calvin and Hobbes, volume 8, edito in Italia da Franco Cosimo Panini. La striscia è del 25 gennaio 1993.

lunedì 9 dicembre 2013

Ricette di china: maialino d'inverno per Asterix e Obelix


Secondo Obelix, per festeggiare il solstizio d'inverno niente è meglio di un cinghiale arrosto (possibilmente intero). Lo chef Basilico, in mancanza dell'ingrediente principale, gli è venuto incontro preparando un maialino con datteri, cavolo rosso e cumino. Il resto lo potete leggere qui, sullo Spazio Bianco.


martedì 3 dicembre 2013

Feynman: la fisica come non l'avete mai vista


Jim Ottaviani e Leland Myrick, Feynman, Bao publishing, 2012
Titolo originale USA: Feynman, First Second, 2012


È passata quasi una settimana, ma io non ve l'ho segnalato e potrebbe esservi sfuggito: sullo Spazio Bianco è uscita la mia recensione di Feynman, fumetto che racconta vita, scoperte e avventure dello stravagante fisico. 
La recensione, data la mia ignoranza sull'argomento scientifico, l'ho scritta insieme a Gianluigi Filippelli, che invece ne sa. La collaborazione ha richiesto tempi lunghi ma ha avuto riscontri inaspettati: a un certo punto, non ricordo bene come, si è parlato anche di viaggi nel tempo...

venerdì 15 novembre 2013

Del difficile rapporto dell'Associazione Italiana Editori con il fumetto


Romanzi disegnati. Rapporto sul graphic novel 2013, Associazione Italiana Editori e Ediser, Milano, 2013.


Fa piacere che il fumetto sia sempre più considerato un medium "serio". Un paio di giorni fa, a Milano, Sotheby's ha persino organizzato la prima asta italiana di originali a fumetti. C'è il rischio che prima poi qualcuno si accorga del mercato in crescita, e che l'Istat o qualcun altro quantifichi seriamente la portata del fenomeno.
Intanto l'Associazione Italiana Editori ha pubblicato il suo primo studio sul tema graphic novel, nella collana dei Quaderni del Giornale della Libreria. L'iniziativa mi ha ovviamente entusiasmato, e sono corsa ad acquistare la mia copia digitale per 1,99€. Come prezzo per 30 pagine mi è parso un po' caro, ma il buon nome del Giornale della Libreria, in attività dal 1888, mi sembrava garanzia di un acquisto sicuro.

martedì 22 ottobre 2013

I Love Fumetti al Centro Fumetto



Ormai quasi tre settimane fa, a Cremona, si sono aperti i festeggiamenti per il venticinquesimo anniversario del Centro Fumetto Andrea Pazienza.
E c'è modo migliore di festeggiare di una bella mostra di fumetti? Ecco qua, piazzata con nonchalance: una mostra di originali che ripercorre in 130 tavole quasi la storia intera del fumetto, dal 1905 al 2012.

venerdì 18 ottobre 2013

Lo straziante urlo del metallo





Métal Hurlant, Panini Comics, Modena 2013.
Edizione originale della raccolta: Humanoids, 2011.
Storie apparse su «Métal Hurlant», edizione USA, 2002-2004.


Panini è una delle poche case editrici italiane che non sembrano soffrire della crisi. A giugno la notizia dell'acquisizione delle licenze Disney per «Topolino», «Violetta» e altre riviste italiane; qualche mese prima il lancio della nuova collana di graphic novel 9L, e, da pochi giorni, l'annuncio per la ricerca di un nuovo staff per il fumetto francese - si presuppone quindi un prossimo ingresso anche in quel campo. 

lunedì 7 ottobre 2013

Corto Maltese e il sapore del mare


Corto Maltese
, in rada allo SpazioBianco, si è stufato del pesce ma non del mare. Per lui ci vuole una ricetta particolare, che comprende pancetta in abbondanza, ricci di mare e cacao da grattuggiare. Qui tutti i dettagli.



lunedì 16 settembre 2013

Pici di patata per Don Zauker

 

Arcadia, il ristorante dello SpazioBianco, ha riaperto i battenti. E il primo ospite è stato un presunto esorcista dall'accento livornese: Don Zauker!



venerdì 6 settembre 2013

Alla deriva


Bryan Lee O'Malley, Alla deriva, Rizzoli Lizard, 2013.
Edizione originale USA: Lost at sea, Oni Press, 2003.


Quattro ragazzi appena diplomati, un lungo viaggio in automobile: praticamente un topos moderno. Che, in questo caso, viene raccontato da Bryan Lee O'Malley, il creatore di Scott Pilgrim, il fumetto dal successo mondiale da cui è stato tratto addirittura un film (flop). Rizzoli Lizard, dopo aver pubblicato con successo i sette volumi di SP, ha deciso di ripescare dalla backlist dell'autore questa breve graphic novel, ancora sconosciuta in Italia ma pubblicata in USA quando Bryan Lee O'Malley aveva 24 anni, prima del grande successo.

domenica 11 agosto 2013

In partenza


Il blog chiude per ferie per un paio di settimane - ma tenete d'occhio Ricette di china sullo SpazioBianco, potrebbero esserci gustose novità.
Ci si scrive alla fine di agosto!

lunedì 5 agosto 2013

Ricette di china: nastri di Moebius


Nel ristorante dello SpazioBianco, Basilico si è rimesso al lavoro: l'ospite di questa settimana porta un curioso copricapo e sembra essere arrivato a cavallo di uno pterodattilo. La ricetta prevede pesce, maionese e una figura non orientabile come il nastro di Möbius (o di Moebius).




 

martedì 30 luglio 2013

Borse con i denti


Ve l'avevo già spiegato: l'estate riporta in auge le velleità artigianali. Che si mangiano il tempo per il blog (ma alla fine si lasciano domare).






venerdì 19 luglio 2013

Il Giappone a Milano



Fino al 21 luglio, alla Rotonda della Besana di Milano, prosegue il Milano Manga Festival. In realtà si tratta di una mostra, con qualche evento collaterale, in esposizione sin dal mese di maggio (ve ne avevo già parlato un paio di volte).
Io sono andata a visitarla solo domenica scorsa, perché amici che lo avevano fatto non me ne avevano parlato tanto bene. Purtroppo, avevano ragione loro.

giovedì 11 luglio 2013

Sandwich alla Hobbes


Estate, che alla fine è arrivata, è stagione di grandi letture e di pranzi leggeri. Basilico, il cuciniere dello SpazioBianco, adora i sandwich tonno e maionese: e in questa occasione ne ha preparato uno per un amico davvero speciale.

martedì 2 luglio 2013

Long Wei. Un fumetto a Milano


Diego Cajelli e Luca Genovese, Long wei, n. 1: Il drago, Editoriale Aurea, giugno 2013.


Non sono una grande lettrice di fumetti da edicola. Leggo Rat-man se me ne ricordo, Topolino di tanto in tanto, Dylan Dog e Nathan Never solo se preventivamente selezionati da altri e adeguatamente stagionati.
Ma Long Wei addirittura lo aspettavo. E anche da un bel po': ne avevo letto la prima volta credo a novembre 2012, sul «Corriere Milano», e mi ero messa un promemoria sul cellulare per il mese di marzo. Poi Long Wei ha ritardato e il primo numero è uscito a inizio giugno - il secondo numero ha già un ritardo annunciato, arriverà in edicola a metà luglio.

martedì 18 giugno 2013

Wow! La coscienza di Zero



Domenica 16 giugno, al Wow Spazio Fumetto di Milano, c'è stata l'inaugurazione della prima mostra interamente dedicata a Zerocalcare, al secolo Michele Rech. È stato un successo: secondo le stime degli organizzatori, 250 persone tutte asserragliate nel bel tepore del museo (sprovvisto di aria condizionata ancora per qualche giorno), con il solo ristoro dei gelati confezionati del bar Gotham. Tutti hanno potuto assistere all'intervista condotta da Dario Guzzeloni, e moltissimi si sono fermati nelle ore successive per un disegno e un autografo.

mercoledì 12 giugno 2013

Uno, Zero e centomila


locandina della mostra di Zerocalcare

Di Zerocalcare ho già scritto diverse volte
È stato il fenomeno a fumetti del 2012: chi si interessa al genere ne ha sentito parlare spesso, o almeno ha avvistato le file chilometriche nelle fiere di settore e nelle librerie generaliste, ricche di post-adolescenti imploranti "un disegnetto". Zerocalcare ha avvicinato ai fumetti un pubblico di non lettori, ha toccato le corde degli dei venti-trentenni; ha contribuito in maniera significativa al successo editoriale della Bao Publishing.

Ma Michele Rech, alias Zerocalcare, è in realtà una personcina riservata. Su di lui c'è ancora tanto da scoprire: lo sapevate ha pubblicato una storia di punk e ribelli su Zuda.com, la divisione online della DC Comics? Che, fra una tavola e una ripetizione, ha fatto il cronometratore di file in aeroporto? Che i protagonisti del suo prossimo fumetto saranno il Secco e una banda di zombie?


Tutte queste informazioni, e altre ancora, saranno il cuore della prima mostra su Zerocalcare a Milano: La coscienza di Zero, dal 16 giugno al 31 luglio al Wow Spazio Fumetto. Si tratterà di una mostra-intervista: una ventina di domande e risposte accompagnate da tavole originali sullo stesso tema. Lo so bene, perchè ho contribuito all'organizzazione dell'evento. Quindi vi dico anche che da non perdere sarà il fascicoletto, in tiratura limitata a 500 copie, che conterrà vignette e intervista. Domenica 16 alle 16 ci sarà l'inaugurazione, con intervista dal vivo a Zerocalcare. 


Si prevede la partecipazione di Ken il guerriero, di dinosauri clonati, di altre amenità care a chi è nato negli anni '80.

Informazioni sulla mostra al Wow
Cliccate o trascinate in altra scheda per ingrandire
e leggere qualcosa.

sabato 8 giugno 2013

Ricette di china: zuppa postapocalittica

 
Sullo SpazioBianco è stata pubblicata una nuova ricetta a firma Basilico, questa volta dedicata a un amico d'infanzia (quelle irrinunciabili brutte compagnie che ti porteranno su una cattiva strada): Ken il guerriero, nato esattamente trent'anni fa dalle penne di Tetsuo Hara e Buronson.
La zuppa richiede tempi di preparazione apocalittici, quindi forse è il caso di cominciare ad attrezzarsi per l'inverno.

Fra l'altro, per gli appassionati del genere dotati di week end spendibili, potrebbe essere interessante sapere che Tetsuo Hara dal 4 al 7 luglio sarà al Japan Expo di Parigi; mentre pare che forse, chi lo sa, ma magari no, potrebbe anche fare una comparsata al Milano Manga Festival.

sabato 25 maggio 2013

Ricette di china: una nuova gustosa rubrica


Il ristorante dello SpazioBianco, sito di informazione e critica dei fumetti, è un posto molto  malfrequentato. Capita d'incontrarci supereroi momentaneamente senza maschera, sopravvissuti a catastrofi nucleari, bambini accompagnati da tigri fameliche. Il capocuoco Basilico deve soddisfare le richieste più strane, da parte di tutti: e così proprio sullo SpazioBianco ha aperto la rubrica Ricette di China, per raccontare avventure e creazioni. Io gli ho prestato la penna, o meglio, la tastiera.

Essendo un posto molto vivace, di sicuro capiterà spesso qualcosa di interessante. Per adesso si comincia con Batman e il risotto con sesamo nero e mele verdi.



Attenzione: il nome Basilico è ovviamente uno pseudonimo. Da fonti riservate ho saputo che il capocuoco avrebbe voluto omaggiare il protagonista di Memorie di un cuoco d'astronave, libretto divertente a firma di Massimo Mongai, vincitore del premio Urania nel 1997. Fra l'altro il libro è disponibile gratuitamente su Liber Liber, quindi sarebbe davvero un peccato non leggerlo.

mercoledì 15 maggio 2013

Kiki, o del fardello del doppiaggio


Ormai dal 2005 la Lucky Red è la casa distributrice per l'Italia dei film dello Studio Ghibli. A partire dal Castello errante di Howl tutti i titoli di Miyazaki e studio sono stati distribuiti prontamente nella penisola; e dal 2009, con Totoro, è iniziato il ripescaggio dei titoli precedenti, a volte mai arrivati sul mercato ufficiale italiano.
Così, alla fine di aprile 2013 è arrivato al cinema anche Kiki consegne a domicilio, con un doppiaggio nuovo nuovo che intendeva rimediare a quello diffuso dalla Buena Vista nel 2002 nella sola versione home video, con una colonna sonora modificata per incontrare il gusto statunitense/disneyano. D'altra parte, alcuni dei segni caratteristici dei film Ghibli che il pubblico italiano ha imparato a riconoscere sono proprio la sonorità sobria e il linguaggio educato. Che, però, non appartiene realmente né a Miyazaki, né a Takahata o agli altri registi Ghibli.
Il linguaggio dei film Ghibli in Italia, quel «e tu come ti chiameresti?» che ricorre spesso, l'uso di parole forbite e di modi verbali estremamente desueti, è una creazione di Gualtiero Cannarsi, direttore del doppiaggio sconosciuto ai più.

sabato 11 maggio 2013

3000 volte Topolino!

copertina Topolino 3000

Grandi celebrazioni in casa Disney: il 22 maggio sarà in edicola il numero 3000 di Topolino. Questa la copertina, disegnata da Andrea Freccero.
Siete in grado di riconoscere tutti i personaggi? E i grandi assenti?

All'interno, la storia d'apertura sarà a firma Giorgio Cavazzano e Tito Faraci: grandi aspettative è un eufemismo.


 
L'omaggio di Romano Scarpa per «Topolino» 2000, del 27 marzo 1994.
Esposto alla mostra
Magica Disney - 3000 volte Topolino, al PAN di Napoli fino al 23 maggio.



martedì 23 aprile 2013

Collane di aprile e prezzi pazzi

 

Se è vero che il prezzo di un prodotto non dipende dal costo industriale ma da quanto il consumatore è disposto a spendere, nel fumetto questo mese è successo qualcosa.

Lizard e Tunuè hanno lanciato infatti due nuove collane accomunate da un prezzo mai visto, per volumi a fumetti di una foliazione notevole: 7,90€, il prezzo di un tascabile (non illustrato). Si tratta delle collezioni «Graphic Journalism» e «Le Ali»: cliccando sui nomi, i rispettivi cataloghi.

lunedì 22 aprile 2013

Crepax e la letteratura popolare


I punti di contatto fra il fumetto e la letteratura d'evasione sono molti. A cominciare dall'origine: i feuilleton sono nati come appendice dei quotidiani, esattamente come i comics. Anche una volta raccolti in volume, i due generi di pubblicazione hanno continuato a lungo a condividere il luogo di diffusione, l'edicola; per poi raggiungere con gli anni una sorta di rivalutazione, ed essere ammessi nel tempio delle librerie. Ovviamente, il punto di contatto più importante è il giudizio che fumetti e letteratura popolare hanno a lungo ricevuto dalla critica: pubblicazioni destinate a menti semplici, adatte all'intrattenimento dei più giovani o dei poco istruiti.

Non stupisce quindi che nel 1966 Guido Crepax si trovasse in edicola su entrambi i fronti: mentre su
«Linus» venivano pubblicate le prime avventure di Valentina, era la sua mano ad illustrare le copertine dei «Nuovi Sonzogno», in edicola con un nuovo volume tascabile ogni due settimane. La ri-scoperta si deve soprattutto all'Aiap, Associazione Italiana del design della comunicazione visiva, che ha scoperto nei propri archivi la collezione e l'ha esposta al pubblico nei propri locali di Milano.

domenica 14 aprile 2013

Portugal, o un viaggio nei colori


Cyril Pedrosa, Portugal, Bao Publishing, Milano 2012.
Edizione originale francese: Portugal, Dupuis, 2011.


Vincitore del premio Fnac ad Angoulême 2012, Portugal è stato uno dei grandi successi 2012 della Bao. Tuttavia, a differenza dei libri di Zerocalcare, questo volume non si è affidato ai lettori nuovi: Portugal è rivolto, come si intuisce anche solo dalla cartotecnica importante e dal prezzo non indifferente, ai lettori forti e convinti di Gipi e di Manuele Fior, delle graphic novel e del racconto lungo per immagini. Il fumetto è diventato presto noto grazie soprattutto al passaparola fra gli appassionati del settore; in neanche un anno, la tiratura originale che all'inizio sembrava irraggiungibile è andata esaurita, e secondo quanto comunicato da Bao il 5 aprile, il volume è attualmente in ristampa.

giovedì 4 aprile 2013

La storia dei manga, a Milano




Del Milano Manga Festival si sa ancora poco: è stata creata una pagina Facebook e sul sito è stato aggiunto qualche contenuto, tipo i nomi degli organizzatori - ma niente di più, anche se manca ormai meno di un mese all'inizio dell'evento.
In realtà qualcosa pian piano comincia a muoversi: dalla newsletter del Wow Spazio Fumetto ieri mi è arrivata notizia dei primi incontri, una serie di conferenze dedicate alla storia dei manga

mercoledì 27 marzo 2013

Psiconavigazioni di Alberto Vázquez



Alberto Vázquez, Psiconauti, Logos, Modena 2012.
Alberto Vázquez, Il Vangelo di Giuda, Logos, Modena 2012.

Edizioni originali spagnole:
 
Psiconautas, Astiberri, 2006.
El evangelio de Judas, Astiberri, 2007.



Nel 2012 la Logos edizioni ha pubblicato due libri di Alberto Vázquez, con la bella veste grafica di cui vi ho parlato già per L'ultimo grande viaggio di Olivier Duveau. Solo che i fumetti in questione sono fra i più angoscianti che io abbia mai letto.

sabato 16 marzo 2013

La sinistra e i fumetti - Manuale per vincere le elezioni


Mathieu Sapin, Manuale per vincere le elezioni, Bao Publishing, Milano 2013.
Edizione originale francese: Champagne Présidentielle, Dargaud, 2012.


Il graphic journalism ultimamente sta acquistando notorietà anche in Italia, grazie per lo più alle iniziative di alcuni quotidiani e riviste. Argomento dei reportage sono spesso paesi lontani, dove infuriano dittature, povertà e guerra in misure variabili: ma ovviamente non si tratta di una regola. E così è possibile trovare opere come quella di Mathieu Sapin, fumettista e illustratore francese che ha seguito la campagna presidenziale di François Hollande nel 2011-2012

giovedì 7 marzo 2013

Back to school


Due settimane fa sono tornata a scuola: ho messo piede nelle prestigiose aule dell'Università Cattolica e in quelle della tecnologica IULM, per studiare... fumetti! Già, si trattava della prima edizione della Winter School per operatori editoriali del fumetto e del graphic novel, organizzata dall'Almed e coordinata da Matteo Stefanelli. Sullo SpazioBianco ho scritto una piccola cronaca dell'esperienza, aggiungendo persino una manciata di foto. Qui -in esclusiva per i lettori Di fumo e d'inchiostro!- un contenuto extra:

martedì 5 marzo 2013

Patchwork: qualche punto per tenere su una storia


Katharina Greve, Patchwork. Frau Doktor Waldbeck näht sich eine Familie, Gütersloher Verlagshaus, 2011.
Traduzione del titolo: Patchwork. La dottoressa Waldbeck si cuce una famiglia.


Patchwork è stato il mio primo fumetto in tedesco, letto appena qualche settimana fa. Da tempo ero incuriosita dal mercato dei fumetti in Germania: a quanto pare non se ne sa molto, se non che il 3% dei libri pubblicati hanno le nuvolette (lo dice Wikipedia, ma senza fonte...). Certo è che quando sono stata a Monaco, poco più di un anno fa, ho scoperto che lì in genere le librerie di varia non hanno il reparto Comics: e la curiosità mi era rimasta.

martedì 26 febbraio 2013

Un papero da prefazione


Vita e dollari di Paperon de'Paperoni, prefazione di Dino Buzzati, introduzione di Mario Gentilini, Arnoldo Mondadori Editore, Milano 1968 (sesta edizione 1970).


Periodo decisamente buzzatiano, grazie anche alla sezione fumetti usati del Libraccio. Contiene sette storie di Carl Barks (ma all'epoca non usava indicare l'autore, quindi nel volume sono anonime...) reimpaginate per adattarsi al piccolo formato.

domenica 17 febbraio 2013

I kill giants, o della semplicità delle emozioni



Joe Kelly e JM Ken Niimura, I kill giants, Bao Publishing, Milano 2010.
Edizione originale USA: I kill giants, Image Comics, 2008-2009.


Parlando di romanzo di formazione, la mente corre subito alla corrispondenza scolastica degli sfortunati Werther e Ortis, o alla traduzione bizzara del giovane Holden.
Ma un romanzo di formazione può anche essere raccontato con tratto leggero e sguardo gentile: può essere raccontato con il mezzo fumetto, in uno stile poetico che affronta temi oscuri. È questo il caso di I kill giants, graphic novel che narra l'estate di una ragazzina fra i dieci e gli undici anni, trascinata controvoglia via dall'infanzia.

domenica 10 febbraio 2013

Dino Buzzati e la narrativa a fumetti


Dino Buzzati, Le storie dipinte, a cura di Lorenzo Viganò, Arnoldo Mondadori Editore, Milano 2013.


Qual è la caratteristica fondamentale del fumetto, senza la quale un'opera non può essere considerata appartenente alla "nona arte"? Non sono i disegni, non sono i testi nei baloon e neanche il rapporto fra questi due componenti, perché, come visto ad esempio qui e qui, può capitare che uno dei due sia completamente assente.
A mio parere, il punto fondamentale del fumetto è la forma narrativa, il racconto di qualcosa (un avvenimento, un'idea); la caratteristica particolare, che distingue il fumetto dalla letteratura, è che il raccontare si sviluppi non in continuità ma per attimi distinti, raffigurati ciascuno in una vignetta. Le vignette possono essere scontornate, comprendere ciascuna una tavola o un paginone centrale, essere rigorosamente dodici per pagina: l'importante è che l'evento o il ragionamento venga suddiviso in momenti separati, connessi fra loro per rapporti temporali o logici. Non ritengo che un'opera composta da un solo disegno con baloon, come ad esempio i dipinti pop di Roy Lichtenstein, possa essere considerata un fumetto (se non nel senso che utilizza il linguaggio del fumetto).

domenica 27 gennaio 2013

Storie di una storia: il fumetto Disney in mostra


Storie di una storia, presso Wow Spazio Fumetto, fino al 3 febbraio 2013.


«Topolino» ha un innegabile pregio: è l'unico fumetto che riesca a riunire appassionati del genere e lettori di tutt'altro. La mostra organizzata per gli ottant'anni del piccolo roditore non poteva quindi che rivolgersi a entrambe le tipologie di pubblico: riuscendo, sorprendentemente, a soddisfare tutti. Non a caso l'esposizione, che doveva terminare il 20 gennaio, è stata prolungata fino al 3 febbraio. 
Quando sono andata a visitarla io, nel sabato più innevato dell'inverno milanese, all'interno del Wow Spazio Fumetto c'era addirittura una piccola folla: bambini con i genitori, lettori attuali e d'altri tempi, giornalisti in discreta quantità. Non mancavano gli esperti, impegnati a illustrare ai compagni di avventura le complicate vicende editoriali del giornale, e pronti a commuoversi davanti alle vignette di Carl Barks (forse quella ero io, non ricordo).

martedì 22 gennaio 2013

Milano Manga Festival e il marketing




La notizia è uscita qualche giorno fa su La Repubblica, ma ho trovato il tempo di scriverne solo ora. Milano ospiterà niente di meno che «la più grande mostra antologica mai realizzata» sui manga.
L'evento porterà nella Pianura Padana alcuni emblemi della cultura a fumetti giapponese, come le ben note tavole dei Manga di Hokusai, e si svolgerà dal 3 maggio al 21 luglio in varie sedi, che comprenderanno la Rotonda della Besana e la palazzina Liberty. Un approfondimento sarà dedicato a Captain Tsubasa (in italiano: Holly e Benji), mentre il Wow SpazioFumetto ospiterà i lavori degli autori emergenti e altri eventi collaterali.

lunedì 14 gennaio 2013

Enigma all'Isola




Finalmente Enigma, l'ultima fatica a fumetti di Tuono Pettinato, verrà presentato anche a Milano. Il libro è uscito in realtà da quasi tre mesi, e infatti di una precedente presentazione lucchese avevo parlato su Lo Spazio Bianco, ma meglio tardi che mai!

Nel corso della serata, che si svolgerà venerdì 18 gennaio a partire dalle 19 presso lo spazio sociale Piano Terra, sotto i grattacieli in costruzione del quartiere Isola, verranno fatte rivelazioni scottanti, come:

martedì 8 gennaio 2013

Paperino, Topolino e il Canto di Natale



Paperino e il Canto di Natale, RCS Mediagroup, Milano 2012.


Penso che tutti conservino il ricordo di almeno un film di Natale. Può trattarsi di Mamma ho perso l'aereo, di Miracolo sulla 34° strada, o magari di Una poltrona per due: dopotutto, come spiega l'ottimo Zerocalcare in una delle sue ultime storie, c'è chi vigila sulla programmazione ripetitiva e sempre uguale dei palinsesti televisivi, alimentando la tradizione filmica natalizia.

Per quanto mi riguarda però, il Vero Film di Natale dell'infanzia era in una videocassetta, infilata nel registratore solo nelle occasioni di rigore: il Canto di Natale di Topolino, del 1983. Perciò, quando ho saputo che il Corriere avrebbe pubblicato un volume Disney dal quasi omonimo titolo, non ho potuto assolutamente farmelo sfuggire. Ok, trattandosi di fumetti non mi aspettavo di trovarci dentro i fotogrammi del film, ma sicuramente il fattore emotivo è stato importante per l'acquisto (insieme al prezzo lancio di 1€). Ovviamente ho scoperto che al Canto di Natale di Topolino non si fa neanche un accenno: ma ho comunque trovato un paio di storie interessanti.

mercoledì 2 gennaio 2013

Due foto e una rima

Dove mai sarà stata in vacanza Estuan?
 
Di nuovo a Milano, con una bella pila di fumetti nuovi da leggere e da recensire. La mia vacanza non è stata a tema, ma, come vedete dalla foto sopra, è stato impossibile non pensare alle nuvolette.
Durante il viaggio di ritorno ho anche composto una Rima di rabbia, che vi regalo e vi invito a utilizzare per ogni occasione che lo richieda!